L'Erede della Luce (I Rami del tempo Vol. 2)

Di Luca Rossi
Voto: 7
Prima edizione: 2015
Numero di pagine: 170
Editore: Self Publishing
Consigliato: Ni

Tags: Contemporaneo, Italiano, Fantasy, Fantascienza, Saga, Emergente
Amazon

Trama in breve

Continua la missione di Lil e Miril, ma gli eventi si complicano. Riusciranno a salvarsi e a rimanere sul Ramo del Tempo principale?

Incipit

Un raggio di sole le accarezzò il viso. Lil sollevò le palpebre, guardandosi attorno. Si trovava su un comodo materasso di piume incorniciato dalla struttura di un letto in legno scuro. La stanza era piccola e povera, arredata solo con una sedia, un armadio e un tavolino con una boccetta d'inchiostro, dei pennini e una pergamena. È la stanza di un uomo, pensò tra sé.

Recensione

L'Erede della Luce è il secondo volume della serie I Rami del Tempo. Il primo volume è intitolato, appunto, I Rami del Tempo e l'ho letto un po' di tempo fa. Ho aspettato ad affrontare la lettura di questo secondo volume perché con le serie cerco sempre di fare così; in questo modo le idee sedimentano e mi godo di più la saga.

Come sempre quando recensisco una serie di volumi, cercherò di inserire meno spoiler possibile e mi riferirò anche alla mia precedente recensione per paragonare i due volumi.

La volta scorsa ciò che più mi aveva colpita del libro erano le numerose ed efficace idee dell'autore, anche questa volta confermo questa opinione, ed è assolutamente un bene per un autore e spero che continuerà così in tutti i suoi libri.

Il ritmo di questo secondo volume è veloce come quello del primo, anzi, forse addirittura maggiore. Ad ogni riga succede qualcosa di nuovo, non ci sono lungaggini inutili e si finisce in poco tempo. Io stessa l'ho finito in appena due giorni.

I personaggi di questo libro sono gli stessi del volume precedente, le loro personalità profondamente diverse e ben calcate rimangono e vengono maggiormente sviluppate. Ci sono alcuni comportamenti dei personaggi, soprattutto quelli finali di Milia, che personalmente non ho capito e avrei preferito un maggiore approfondimento delle loro motivazioni. Nel primo libro, insomma, la caratterizzazione mi sembrava più che sufficiente vista la mole delle pagine ma ora, avendo alzato l'asticella delle aspettative, cercavo il famosissimo "qualcosa in più". Non escludo, però, che molte cose verranno spiegate nel volume successivo.

Lo stile dell'autore lo trovo perfetto per il genere; veloce, ritmato, fluente. Apprezzo anche questa volta che non vi siano frasi acchiappalettore con frasi comuni e banali.

La trama iniziale da cui il libro partiva mi ispirava; il concetto dei Rami del Tempo è molto interessante. Lo svolgimento era totalmente inaspettato perché prende una piega fantascientifica che non avrei mai immaginato, trattandosi di un libro fantasy. Ho apprezzato molto l'idea (come ho già detto, l'autore dimostra di averne tante e buone) ma l'impatto è stato un po' straniante, mi ha fatto un po' l'effetto di "troppa carne al fuoco", se avesse aggiunto tutto più gradualmente penso che il lettore si sarebbe sentito meno stranito. Ottimo, però, l'atteggiamento dell'autore. Spesso quando si scrive una serie si tende ad allungare il brodo inutilmente, invece, Luca Rossi qui fa esattamente l'opposto. L'aspetto erotico qui, per quanto aleggiante nell'aria non è presente in maniera esplicita, perciò non ritengo di poterlo inserire in questa categoria. Non è sicuramente, però, un libro adatto ai bambini.

La struttura del romanzo è quella che preferisco; divisa in diversi punti di vista. Aspetto che viene ben utilizzato dall'autore grazie alla sua capacità di rendere personaggi diversi. 

L'ambientazione, questa volta, l'ho apprezzata maggiormente. L'autore non si dilunga in spiegazioni ma, certamente, inserisce più elementi utili per immaginarsi ogni luogo. In questo aspetto l'ho trovato migliorato ed ho apprezzato.

Sull'atmosfera il discorso è piuttosto personale. Penso che rendendo il libro così ritmato, senza soffermarsi mai troppo sugli stati d'animo dei personaggi, lettori come me che invece amano la prolissità, facciano fatica a sentire bene tutte le atmosfere. Quindi qui ammetto di essere consapevole che, probabilmente, per altri tipi di lettori possa non essere così.

Essendo un secondo volume lo consiglio solo a chi abbia già letto ed apprezzato il primo volume, come sempre sconsiglio a chi non ha letto l'inizio di una saga di iniziarla da metà.

Luca Rossi è, indubbiamente, un autore dalle mille idee. Sono curiosa di vedere cos'altro accadrà ai nostri personaggi.

Citazioni

L'enormità delle implicazioni della sua posizione la atterrì. È inutile dolermi per quello che è accaduto finora. Posso solo cercare di porvi rimedio.

Chiuse gli occhi per un attimo e le apparve il viso dell'amata. Bastò quell'istante perché sentisse scorrere dentro di sé l'energia della loro unione, facendo svanire ogni residuo di fatica e spossatezza.

Di fronte a un grande pericolo o in condizioni estreme, possiamo dimenticare la nostra vera essenza e dare libero sfogo alle nostre peggiori pulsioni, ai nostri istinti più animaleschi?

Sapeva di non essere del tutto in sé, ma il suo cammino evolutivo non le richiedeva forse di affrontare e vivere l'ignoto? Se quello era lo strumento per riconquistare la propria libertà, ne avrebbe fatto uso.

Avrebbe fatto qualsiasi cosa affinché la luce tornasse di nuovo nel suo spirito.

Ci troviamo ancora nel ramo principale, ne sono convinta. Se fossimo su quello nuovo ce ne accorgeremmo. Avremmo la sensazione di essere fuori posto.

Sinossi ufficiale

Dopo essere tornata indietro nel tempo per salvare l’isola di Turios e ricucire il tessuto temporale, Lil, in fin di vita, viene curata nell’antico villaggio dei suoi avi, la cui ribellione scatena la pesante rappresaglia dell’esercito reale. Rimasta sola e separata dalla sacerdotessa Miril, sua guida e compagna, si trova di fronte a una scelta impossibile: rinunciare alla propria vita e a quella di tutti gli abitanti del suo mondo salvando i rivoltosi o assistere impassibile al loro sterminio.

Intanto Miril è tenuta prigioniera nel Palazzo Reale dei nemici, dove tutti i suoi poteri sono inefficaci contro una magia ben più antica e potente della sua, e dove, per riguadagnarsi la libertà, dovrà superare una serie di prove mortali nelle quali il pericolo maggiore è rappresentato da se stessa.

Nel futuro, la bellissima regicida Milia attende mestamente la sua esecuzione nel regno stravolto dai cambiamenti della regina Aleia, capace in poco tempo di ridare lustro e importanza al trono e conquistare il popolo. La nuova Isk, però, è minacciata dagli sconvolgimenti messi in moto dal mago Aldin, tanto da costringere la sovrana a guidare una pericolosa spedizione nel passato.

Le modifiche temporali scatenano tuttavia degli effetti sempre diversi, portando Lil a spingersi ben oltre il limite nell’utilizzo dei suoi poteri magici, al punto da abusarne e attirare persino l’attenzione di chi detiene il potere assoluto sull’evoluzione dei pianeti. Nel nucleo centrale del governo della Federazione dei Mondi, il Presidente Molov non perde tempo a decretare la più grave delle punizioni per chi si è reso colpevole dell’uso di un potere che si credeva scomparso da millenni.

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti del sito su nuove recensioni, post e funzionalità, iscriviti!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.