I cinque doni. La Chiamata

Di Laura Safino
Voto: 8
Prima edizione: 2014
Numero di pagine: 440
Editore: WLM Edizioni
Consigliato: Si

Tags: Contemporaneo, Italiano, Fantasy, Sotto l'ombrellone, Ragazzi
Amazon

Trama in breve

L'Unico ha Cinque figli. Loro sono nati per fare del bene, ma le invidie li tengono lontani. Attraverso la Chiamata i Cinque raggiungono i protagonisti di questa storia e elargiscono loro i Doni che dovranno usare per sconfiggere il Male.

Dedica

A mio padre Francesco,

per avermi trasmesso l'amore per la lettura.

Incipit

Quel giorno Leda aveva compiuto quattordici anni. Mentre strigliava energicamente la giumenta di famiglia nella stalla, sorrise tra sé. Ripensò alla torta di mele appena sfornata che sua madre le aveva presentato a colazione, sollevando il panno bianco che la teneva al caldo e lasciando spandere nell'aria un profumo soave.

Recensione

I cinque doni. La chiamata è un libro fantasy per ragazzi davvero meritevole ed interessante che sono contenta di aver letto e che penso possa piacere anche agli adulti che apprezzano il genere.

Partiamo subito da quello che penso sia il punto focale di un fantasy: l'ambientazione. Quando si parla di un mondo diverso dal nostro è necessario far entrare il lettore nella storia, facendogli capire come funzionano le cose nel mondo del romanzo e, anche, come esteticamente diverge dal nostro. Trovo che l'autrice sia riuscita molto bene in questo, dandoci l'impressione di essere noi stessi parte del mondo del libro. Le descrizioni, soprattutto quelle relative ai cambiamenti dovuti ai Cinque Doni, sono davvero ben rese. 

Nel libro si può individuare una protagonista, Leda, ma in realtà sono diversi i personaggi che fungono da colonna portante nella storia. Ho apprezzato che ognuno di loro avesse un carattere diverso e ben definito, particolarmente adatto in un libro per ragazzi perché, i giovani lettori hanno spesso bisogno di identificarsi in uno dei personaggi per poter apprezzare al meglio la lettura e, in questo caso, la scelta è ampia e soddisfacente. I Doni di ognuno di loro li descrivono anche per quello che sono, tutto è molto coerente e azzeccato.

Buono anche lo stile, gergo né troppo semplice né troppo complicato, perfetto per il genere. Il modo di parlare di ognuno corrisponde con la sua personalità e il linguaggio rimanda al mondo del libro senza alcuna nota stridente, tutto viene spiegato in maniera chiara ma non semplicistica o superficiale.

La trama del libro intesa come a livello di "serie" è davvero intrigante e talmente ben costruita da far sperare in una continuazione lunga e di diversi volumi. Ad oggi non è reperibile il secondo volume della serie, penso perciò non sia ancora stato pubblicato (anche se da quanto ho letto è stato scritto) e sarebbe davvero un peccato non vi fosse perché penso possa essere una saga con un buon potenziale. Lo svolgimento della trama di questo libro è interessante ma non sufficientemente conclusiva, assolutamente positivo perché fa venire voglia di leggere immediatamente altro ma, allo stesso tempo, lascia un po' l'amaro in bocca.

Il libro è pieno di insegnamenti, momenti in cui dalle riflessioni dei personaggi o anche dalla soluzione di alcune Prove si evincono messaggi belli ed utili da insegnare ai ragazzi, la teoria dell'Unico e dei Cinque si discosta sufficientemente dalla religione per poter apprezzarne la teoria e per mandare un messaggio di unità che vada al di là di professioni religiose.

Trattandosi di un libro orientato verso un pubblico giovane trovo giusto che l'atmosfera non sia mai esageratamente paurosa o angosciante, ciò mi ha però impedito di entrare in empatia con i personaggi. Non lo trovo un difetto, bensì una scelta stilistica che probabilmente non verrebbe vissuta allo stesso modo da un lettore più giovane. Questo non implica, però, che l'atmosfera sia resa male, anzi, gli stati d'animo dei protagonisti sono sempre molto evidenti e ben definiti.

Il libro non è breve e impiega qualche capitolo ad avvolgerti completamente nella trama. Per questo motivo ritengo abbia un ritmo medio, anche se da metà circa in poi si divora alla velocità della luce.

Lo consiglio a tutti; ai ragazzi perché è una storia ben costruita che insegna anche dei valori, facendo volare con l'immaginazione e agli adulti come libro d'intrattenimento perché molto piacevole nella lettura e, soprattutto, piacerà agli amanti del genere fantasy, di tutte le età.

Citazioni

Un figlio è sempre un dono, qualcosa di limitato e fragile consegnato nelle mani di un essere altrettanto limitato e fragile, una responsabilità, appunto, nei confronti di chi te lo affida. Ma poi è inevitabile che i genitori riversino sui figli le loro speranze, i loro sogni, le loro idee sulla vita e sul mondo. Certamente non è giusto, ma perché non sia così è necessario imparare l'amore vero.

Come a dire che avere bisogno fa parte dell'essere umani! Riconoscere questo fatto è un atto di intelligenza. Ma siccome la Creazione è un mistero bellissimo ed enorme e noi siamo come bambini davanti a essa, dobbiamo essere guidati, anche per capire una cosa così evidente.

Saper volere bene veramente non è come avere i capelli di un colore o di un altro. È una cosa che si impara. E si impara quando si è amati. È come nutrirsi. È come respirare. E se tu sei vissuta finora come se stessi soffocando, non vuol dire che non hai diritto a respirare! Non vuol dire che non ne sei capace! Il problema però è che hai paura. Che hai dannatamente paura!

Se l'essere è amore, allora nessuno può concepirsi da solo perché non può amare se non un altro che abbia di fronte. Chiedere aiuto significa riconoscere questa legge fondamentale della vita. Chi si concepisce da solo pensa di bastare a sé stesso, è destinato a finire. A non esistere più.

Sinossi ufficiale

Quando i figli dell'Unico litigarono, bambina mia, tutto cambiò. Erano cinque, come le dita della Sua mano, e lo avevano aiutato a plasmare la Creazione, ma nel giorno in cui si separarono, il Devrock, il male fu libero di operare malvagità come era nella sua natura. Allora i Cinque scelsero tra gli esseri umani alcuni a cui concedere i Doni, secondo la loro sfera di competenza. I Chiamati costituirono un baluardo, l'Ascensus, a difesa della Creazione dagli attacchi delle streghe, serve del male, che da quel giorno non potere più prevalere. Ma c'era una profezia. Eppure, sebbene tutti la conoscessero a memoria, nessuno aveva mai pensato che potesse verificarsi. Tu, però, bambina mia, volevi sentire la storia della giovane Leda, del sogno che fece quando un essere misterioso le disse che la amava e di quello che le accadde il giorno in cui una donna venne a prenderla per portarla all'Ascensus. Ti piacerebbe sapere cosa imparò in quella misteriosa scuola e che avventure incredibili dovette affrontare nelle sue missioni?

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.