Il libro delle Ombre (La Profezia del Ritorno Vol. 1)

Di Stefano Lanciotti
Voto: 7
Prima edizione: 2016
Numero di pagine: 308
Editore: Self Publishing
Consigliato: Si

Tags: Contemporaneo, Italiano, Fantasy, Ragazzi, Sotto l'ombrellone, Serie/Saga
Amazon

Trama in breve

Beryl Anderson, una ragazza del tutto comune all'apparenza, scopre di avere un passato insospettabile e che il suo ruolo nel futuro potrà cambiare l'esistenza del mondo in cui vive; la Terra.

Incipit

Beryl Anderson osservò il vassoio appoggiato sul bancone e controllò rapidamente che ci fosse tutto quanto era stato ordinato. Due caffè, ciambelle, un cappuccino. Spuntò le ordinazioni dal taccuino, che teneva infilato nell'ampia tasca del suo abito da lavoro beige, sul quale campeggiava il logo del Fairview Cafè.

Recensione

Il Libro delle Ombre è il primo volume della nuova serie di Stefano Lanciotti: La Profezia del Ritorno. Si tratta del primo romanzo che leggo di di questo autore anche se ha già pubblicato ben due serie: una di genere thriller edita da Newton Compton e un'altra serie fantasy (Nocturnia), conclusa da poco con il sesto libro, tramite Self Publishing. Il Libro delle Ombre, pur cominciando una nuova saga ed essendo perciò del tutto comprensibile e fruibile da chiunque, si rifà per personaggi ed idee a quella di Nocturnia. 

Trattandosi di un fantasy penso che la trama sia l'elemento più importante; sono moltissimi i libri in uscita di questo genere, specialmente per ragazzi, ed è sempre difficile riuscire ad essere originali in questa vastità di storie. Lanciotti è riuscito perfettamente in questo: la trama non è banale ed è sviluppata in maniera del tutto personale, in più immagino che ci sia ancora di più da sapere sul mondo di Nocturnia ideato dall'autore. Lo svolgimento di questo particolare libro l'ho visto più come un'introduzione che ad un accadimento vero e proprio; certamente di cose ne succedono eccome però gran parte del libro è basata, come è giusto che sia, ad introdurre concetti e penso anche alcuni personaggi che i lettori della serie di Nocturnia probabilmente già conoscono. Dal punto di vista di un esterno che non conosce la serie tutto viene spiegato perfettamente, senza lasciare alcuna lacuna.

Non so esattamente quali di questi personaggi fossero stati presentati anche ella serie precedente; in generale sono tutti introdotti ma non particolarmente approfonditi; capiamo le personalità di ognuno di loro e alcune della caratteristiche fondamentali ma ancora non possiamo dire di conoscerli particolarmente. Trattandosi del primo volume di una serie ciò è piuttosto normale e lascia comunque sperare in un approfondimento futuro.

È molto difficile categorizzare lo stile di un autore in un singolo libro, specialmente se ha scritto generi diversi. In questo particolare volume ciò che mi è sembrato è che la scrittura non propendesse su un età particolare. Insomma, nei libri per ragazzi è presente un determinato linguaggio che possiamo trovare anche in questo romanzo, però l'idea che mi sono fatta io leggendo le parti più narrative è che l'autore sia naturalmente portato a scrivere in maniera diversa, probabilmente si tratta di una sensazione sbagliata che ho avuto, ma non avendo letto altri romanzi dell'autore, devo andare necessariamente ad istinto. Sarei particolarmente curiosa di leggere altro di suo per capire meglio cosa ne penso di questo aspetto.

Il ritmo di lettura è molto veloce grazie allo stile scorrevole e mai pesante, il libro si finisce in pochissimo tempo ed è anche adatto alla lettura in spiaggia Sotto l'ombrellone, dove i rumori e fastidi vari ed eventuali verranno attutiti dal coinvolgimento con la trama.

In un fantasy, normalmente, l'ambientazione ricopre un ruolo fondamentale perché spesso le vicende accadono in luoghi diversi da quelli "reali" che conosciamo. In Il Libro delle Ombre, in realtà, c'è un connubio tra realtà e fantasia, essendo ambientato sulla Terra. Mi è piaciuta sia la capacità dell'autore di spiegare cosa potrebbe apparire strano ad una persona appartenente ad un altro mondo visitando il nostro, (sebbene non si dilunghi particolarmente su questo aspetto) sia la capacità di rendere le ambientazioni relative a luoghi e ad elementi fantasy. Lanciotti riesce a mostrarci gli oggetti che non conosciamo dandocene una descrizione precisa ma non minuziosa in modo tale da farci viaggiare anche un po' con la fantasia pur avendone chiare le caratteristiche fondamentali, lo stesso succede con i luoghi di fantasia in cui ogni stanza viene descritta in modo tale da farla apparire ben chiara nella mente del lettore facendogli comprendere la disposizione di cose e persone.

L'atmosfera per me è spesso legata al mio grado di empatia con i personaggi, e in questo caso non essendomi ancora addentrata completamente nel mondo creato dall'autore non l'ho potuta sentire come, probabilmente è successo, a chi conosceva già la serie precedente. Trovo comunque che l'autore abbia fatto un buon lavoro, specialmente nelle scene richiedenti suspense.

Lo consiglio perché è frutto di un'ottima idea, si legge volentieri e fa venire voglia di andare avanti nella lettura di questo e dei prossimi volumi per scoprire che cosa succederà! Anche se si può apprezzare anche come prima lettura, vi consiglio comunque di leggere la serie di Nocturnia prima di questo libro per poterne apprezzare maggiormente alcuni aspetti! Il primo volume della serie di Nocturnia lo potete trovare ed acquisire gratuitamente in formato Ebook QUI su Amazon, io l'ho già preso e sicuramente lo leggerò!

Citazioni

La osservava invece come se volesse leggerle dentro, quasi bramasse mettere a nudo non tanto la sua pelle, quanto la sua anima.

Sembrava fossero passati secoli e non anni: sentiva quel passato come remoto, quasi come non fosse il suo, ma lo stesse rivivendo con gli occhi di qualcun altro.

Quando rifiuti l'esistenza di qualcosa, è ben difficile riuscire a combatterla. Nel momento in cui l'avranno finalmente accettata, temi che sarà troppo tardi.

Si domandava se le sue azioni passate avessero influenzato ciò che gli era accaduto di recente e che gli stava accadendo in quel momento, oppure se tutto faceva parte di un disegno più grande, di cui lui era solo un attore e nemmeno uno dei protagonisti.

Si ripeté almeno quattro o cinque volte che non c'erano rischi, come per convincersene, ma la verità era che non aveva alternative. Non si sarebbe mai potuto perdonare di non essere accorso alla richiesta di aiuto dell'unica persona al mondo che amasse veramente.

"Nelle trame della Storia c'è sempre un momento focale, in cui le profezie - che sono parole fatte di nebbia - si solidificano e divengono realtà" proseguì Tom fissando Drake. "Se questo momento passa, esse vengono disperse dai venti impetuosi del tempo."

Sinossi ufficiale

Chi è veramente Beryl Anderson? Lei è convinta di essere una ragazza come tante altre ma, quando la sua vita comincia ad andare in pezzi e le accadono cose inspiegabili, l'idea che esista un mondo del tutto diverso da quello che conosce, nel quale lei è una persona molto speciale, comincerà ad apparirle meno incredibile. E assieme a nuovi compagni d'avventure, dovrà imparare a combattere per conoscere a fondo se stessa, salvare la sua vita e, forse, il mondo intero.

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.