Come un uragano

Di Nicholas Sparks
Titolo originale: Nights in Rodanthe
Voto: 4
Prima edizione: 2002
Numero di pagine: 247
Editore: Pickwick
Consigliato: Ni

Tags: Statunitense, Contemporaneo, Film/Telefilm, Sotto l'ombrellone, Romance
Amazon

Trama in breve

Adrienne e Paul; due vite totalmente diverse che s'incrociano, come per destino, in un preciso istante.

Incipit

Adrienne Willis era tornata alla locanda tre anni prima, in una calda mattinata del novembre 1999, e a prima vista l'aveva trovata immutata, come se il piccolo edificio a due piani fosse rimasto immune dagli effetti del sole e dell'aria salmastra.

Recensione

Era ormai parecchio tempo che desideravo leggere qualcosa di Nicholas Sparks; tutti lo conoscono ed hanno letto dei suoi libri o visionato film tratti da suoi romanzi, volevo anche io farmi un'idea di questo celebre autore.

Il problema è, che il genere da lui scritto non è il mio preferito né nei libri né nei film e, quindi, temevo di incappare in qualcosa che non mi piacesse e di pentirmi poi del tempo perso. Non ho nessun pregiudizio al riguardo, figuriamoci, i libri belli sono di qualsiasi genere, però so che sono stati pochi i romanzi d'amore che, davvero, mi siano piaciuti, probabilmente a causa del mio carattere e dei miei gusti personali.

Uno su tutti: Via col vento. Prima di iniziarlo avrei scommesso qualunque cosa sul fatto che non mi sarebbe mai piaciuto e, invece, lo trovo uno dei libri più belli di sempre. Questo a dimostrazione del fatto che do la possibilità a qualunque libro perché, di base li rispetto tutti. (E se esistono altri Via col Vento li voglio scoprire!!!)

Dalle lettrici di Nicholas Sparks mi era stato consigliato di iniziare da qualcosa di più soft, ma diciamo che Come un uragano sembrava il libro giusto al momento giusto e, perciò, mi sono decisa al grande passo.

Finito nella mia libreria perché mia nonna, sapendo che leggo, ogni volta che mi vede mi rifila i libri che trova nelle riviste, Come un uragano giaceva tra i libri da leggere e forse non ne sarebbe mai uscito (ne ho 200 circa) se non fosse che in prossimità della fine del mese mi sono ritrovata a dover andare a Mirabilandia Beach e non avevo libri iniziati adatti. Mi serviva qualcosa di breve (perché odio iniziare un libro alla fine del mese e finirlo il mese successivo) e che potesse rovinarsi causa sballottamento in borsa, sabbia e acqua volante, senza che mi dispiacesse enormemente. Come un uragano era lì che mi guardava, in giudizioso silenzio (sapeva di avere poche possibilità) e ho deciso di dargli finalmente la meritata occasione.

La realtà è che ho scelto un libro troppo corto (le ultime due ore di piscina senza libro sono state dure) e che, come sospettavo, la storia non mi ha fatta emozionare come avrei voluto e sperato, però non mi pento della scelta fatta e, se dovessi tornare indietro, lo sceglierei ancora (magari portandomi un libro per le due ore successive, però!).

L'unica consapevolezza che ho ora è che sto per recensire un romanzo di un autore importante per molte di voi (parlo con le donne perché voi uomini, anche se lo leggeste, non lo ammettereste) e, userò il dovuto rispetto ma dirò, come sempre, ciò che realmente penso di questo libro. La mia opinione, dunque, sarà strettamente personale e quello che dirò non sarà certamente mirato ad offendere l'autore o le sue lettrici ma solamente ad esprimere quello che ho provato io leggendolo.

Lo stile di Nicholas Sparks è come me lo aspettavo; semplice, ritmato, delicato. Uno stile che si adatta a tutti i tipi di lettori perché si legge molto facilmente e ti fa sfogliare pagine su pagine, come se fosse niente. Lo trovo onesto ma non speciale.

Il ritmo di lettura, strettamente legato allo stile, è velocissimo. Si finisce subito, non hai nemmeno il tempo di iniziarlo. D'altro canto, però, la trama è piuttosto lenta e cerca di creare suspense concedendoti a poco a poco ciò che ti vuole dare.

La trama mi ha stupita perché è tutta chiara ed ovvia sin da subito e non sono riuscita davvero a capire se fosse "calcolato" e si dovesse cercare l'importanza del romanzo nelle parole, nelle sensazioni ecc.. o se dovesse esserci qualche scoop che, erroneamente, si faceva capire anche prima. Non essendo esperta del genere e dell'autore non voglio giudicare, perciò, mi limito a dare la mia personalissima opinione: sapendo già tutto ciò che sarebbe stato raccontato non mi sono goduta la storia minimamente. Per me è stato come se stessi rileggendo un libro appena finito di leggere di cui, dunque, sapevo già tutto. 

L'atmosfera è legata a questo aspetto: sapendo già cosa sarebbe successo come posso starci male, emozionarmi? Già, come sapete, io sono piuttosto "difficile" e mi commuovo veramente di rado, e così, proprio non ho potuto provare nulla.

I personaggi descritti veramente sono due; i protagonisti. Li ho trovati un po' ingenui ma penso che ciò sia voluto perché in amore siamo tutti più ingenui e meno razionali e furbi. Non mi tornano i loro comportamenti perché io non riesco a concepire un comportamento del genere, essendo una persona particolarmente razionale. Capisco che non tutti siano come me, ovviamente, eppure non riesco proprio a pensare a queste persone come un qualcosa di "reale" perché sono troppo aderenti allo stereotipo preconfezionato che ci si potrebbe aspettare.

L'ambientazione, invece, mi è piaciuta e avrei voluto fosse più descritta. Purtroppo l'uragano è passato in secondo piano, altrimenti avrei apprezzato ancora di più! 

Come tutti sanno, esiste anche il film. Non mi sono sentita di vederlo dopo aver letto il romanzo perché temo non possa aggiungere niente di più, se voi però lo volete acquistare andate pure QUI su Amazon. E se qualcuno che ha letto il romanzo e ha visionato anche il film vuole consigliarmi di vederlo, io sono qui!

In sintesi; non sono un robot, capisco che la storia qui raccontata possa essere considerata toccante, triste, dolce. Riconosco tutti gli elementi che ti possono portare ad amare un romanzo come questo ma, a causa della sua struttura, per me è stato impossibile farmi trascinare, provare qualsivoglia emozione. Se non avessi capito tutto sin da subito, senza dubbio, l'avrei apprezzato di più, anche se forse comunque non quanto avrei dovuto.

Lo trovo un libro scorrevole e non mi pento affatto di averlo letto perché l'impegno di lettura è stato molto poco e, comunque, si tratta di una bella storia. Lo consiglio solo a chi è sentimentale e può davvero cogliere ciò che io non ho potuto. Magari, come mi hanno detto, non era il libro giusto da cui iniziare e rimango assolutamente disponibile per qualunque ulteriore tentativo.

Citazioni

Quando rialzò la testa, tuttavia, si ritrovò a fissarlo imbambolata. Tutta colpa dei suoi occhi, pensò.

In quella situazione c'era un implicito senso di intimità che la confondeva.

Ma del resto non era così strano, no? si disse. Lui era solo, come lei; erano due viaggiatori solitari che camminavano su una striscia deserta di sabbia in un villaggio in riva all'oceano chiamato Rodanthe.

Sinossi ufficiale

È inverno, e su un'isoletta del North Carolina Paul e Adrienne incrociano i loro destini. Entrambi stanno cercando faticosamente di rimettere insieme i cocci delle proprie esistenze e in quel luogo appartato che sta per essere investito da un uragano entrano a poco a poco in confidenza. Così, riscoprono la bellezza della complicità con un altro essere umano e, soprattutto, sentono accendersi nuovamente la voglia di abbandonarsi al desiderio, all'amore. Fuori c'è la tempesta, ma la sua furia non è paragonabile alla forza dirompente del sentimento che nasce tra loro...

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.