Paradisi minori

Di Bergman Megan Mayhew
Titolo originale: Birds of a Lesser Paradise: Stories
Voto: 8,5
Prima edizione: 2012
Numero di pagine: 234
Editore: NN Editore
Consigliato: Si

Tags: Contemporaneo, Statunitense, Racconti
Amazon

Trama in breve

Dodici storie, dodici donne diverse. Estremamente fragili, ma determinate a combattere, legate agli animali e alla natura. Un libro forte, pieno di storie coinvolgenti e sconvolgenti.

Dedica

Per Bo, Frasier e Zephyr

Incipit

Le arti della casalinga

In famiglia, sono io che porto a casa i soldi e sono io la casalinga. Preparo i pranzi e cambio le lampadine. le lenzuola e l'olio della macchina.

La mucca che si mungeva da sola

Prima mi fece vedere il rene.
Questo è il polo craniale, disse Wood, indicando l'estremità a forma di C dell'organo.

Uccelli di un paradiso minore

Mi ero innamorata di Smith il giorno in cui mio padre aveva realizzato la sua prima buca in un colpo solo nel nostro campo da golf casalingo.

Un'altra storia a cui lei non crederà

Siamo le madri cattive, lance e io — io perché bevo, l'alce perché ha abbandonato i suoi piccoli per badare all'ultimo nato.

La compagnia giusta

Il mese dopo aver scoperto che mio marito Nate amava a letto con una tipa che praticava il dressage, affittai un cottage ad Abbet's Cove, con pavimenti di pino inclinati e un grande portico che accoglieva la brezza.

Salvare la faccia

Lila doveva fare due cose quel giorno: cenare con il suo fidanzato, Clay, e valutare l'azienda agricola della prigione di Sandhill.

Collezioni

Se n'era andato quando Salli, il retrive con un orecchio solo, aveva mangiato un terzo della sua collezione di foglie. Ha l'ansia da separazione, avevo detto, difendendo il cane e me stessa.

L'orto urbano

Non preoccuparti se vedi un po' di fuliggine sulla lattuga, dissi alla mia nuova assistente.

Caccia notturna

Ogni anno, a Pawlet, io e la mamma andavamo alla festa di Natale dal signor Simons, dove uno smunto gatto arancione teneva banco su una poltroncina di vimini malconcia e un braboncino color albicocca zigzagava tra le zampe degli invitati.

Le balene di ieri

Mi è stato detto che gli ipocriti vengono sempre puniti, che quando ti vanti di capire l'universo, l'universo cospira contro di te.

Il calzino da duemila dollari

Vito era apatico, rannicchiato sulla sua cuccia morbida, con gli occhi tristi. Non mangiava. Gli toccai la pancia tesa e si ritrasse, come se gli facesse male.

Il cuore artificiale

2050
Mio padre aveva novantun anni e la demenza senile, ma continuava testardamente a cercare l'amore.

Recensione

Oggi vi parlo di Paradisi minori di Megan Mayhew Bergman, autrice statunitense che ho conosciuto grazie a questo libro.

Paradisi minori è una raccolta di racconti; i loro denominatore comune sono le protagoniste donne e la presenza costante e fondamentale di animali.

Come sapete, io sono una lettrice piuttosto difficile da far immedesimare. Difficilmente mi lascio coinvolgere dall'atmosfera di ciò che leggo e, quando mi capita, mi sembra sempre un piccolo miracolo. Con tutti i libri NN Editore che ho letto questo mi è sempre capitato, ma Paradisi minori si è ulteriormente distinto sotto questo aspetto. Le protagoniste femminili e piuttosto fragili hanno sicuramente aiutato a farmi immedesimare nelle storie ma, soprattutto, è il tema animali ad avermi emozionata. Per quanto non sia un'animalista e non faccia nulla di concreto per questi dolci esseri che amo tanto, leggere delle loro sofferenze riesce addirittura a straziarmi. Sia la nota del traduttore, aspetto che adoro di queste edizioni e che non vedo l'ora di leggere al termine di un libro NN, sia il titolo vedono queste storie sotto un punto di vista positivo (il termine Paradisi, d'altronde, non può rispecchiare qualcosa di brutto), ma io ho vissuto il libro in maniera differente, soffrendo con i protagonisti. Trovo che sia un libro dove ogni racconto, nessuno escluso, possegga una forza incredibile che possa essere positiva o negativa a seconda del lettore o della lettrice. Questa raccolta è penetrante, devastante e potente. Impossibile leggere questi racconti e non provare assolutamente nulla.

Lo stile dell'autrice mi è piaciuto molto. È femminile, sensibile e dolce ma al, contempo, forte, deciso e rude nel descrivere ciò che non vorremmo mai leggere. La traduttrice Gioia Guerzoni è già nel novero delle mie preferite, apprezzo il modo in cui rende il testo (fermo restando che non sono un'esperta linguista, anzi!).

Il ritmo del racconto è a volte lento e a volte veloce. Si tratta di un libro potente che io ho finito in un giorno, sbagliando. Preso tutto insieme può essere troppo, vi consiglio di leggere un racconto alla volta, come avrei dovuto fare io per essere più oggettiva, invece di farmi trascinare dagli eventi. 

La natura è un elemento fondamentale di queste storie e, perciò, è presente in un modo o nell'altro, in molte di esse. L'ambientazione, sia naturale che non, ha sempre un ruolo determinante e, non solo, è ben descritta ma è talmente dettagliata da darci l'impressione di conoscere quel posto da un'eternità.

Le protagoniste sono tutte una diversa persona, eppure, sono anche la stessa. Mi hanno dato l'impressione di essere le diverse possibili vite di una stessa anima, probabilmente molto vicina a come la scrittrice in effetti è. Sono tutte donne e, sicuramente, si avvicinano decisamente di più allo stereotipo di donna, che a quello di uomo. Tuttavia penso che questo libro sia fruibile da tutti, anzi, forse un uomo potrà imparare qualcosa dalla fragilità di queste donne che, effettivamente, è anche la loro forza.

Le storie dei racconti, come ho ciò detto, si accomunano per gli elementi fondamentali che le compongono (protagonista, animali, tristezza) ma sono diverse tra loro. Trame che potrebbero riguardare ognuna di noi, verosimili e tangibili.

Gli altri personaggi risentono molto del punto di vista da cui ci vengono narrati: sono le protagoniste il nostro epicentro e conosciamo gli altri solamente per come loro li vedono. Impossibile per noi parteggiare per coloro che hanno fatto del male a colei di cui leggiamo la storia.

In conclusione, è un libro bellissimo ma anche molto forte. Lo consiglio ma va letto nel momento giusto e da chi si sente di poter fronteggiare queste storie, che lasciano davvero il segno.

Il mio racconto preferito è stato Un'altra storia a cui lei non crederà, se lo avete letto o lo leggerete, fatemi sapere il vostro!

Citazioni

Le arti della casalinga

Voglio sistemare tutto. Voglio che mio figlio abbia solo atterraggi facili.

La mucca che si mungeva da sola

Volevo essere interessante per lui quanto un tumore sulla parete della vescica, quanto il suo lavoro in laboratorio.

Uccelli di un paradiso minore

Mi era stato insegnato che nel cuore di tutte le persone, di tutte le cose, c'era un fondo di crudo egoismo. Certo, si potevano vestire bene e mettere belle parole in bocca, ma sotto la cravatta di seta e la camicia stirata c'era sempre un animale. Un animale affamato, territoriale, ansioso di soddisfare i propri bisogni.

Un'altra storia a cui lei non crederà

La mia sobrietà è fragile. Non tocco alcol da quarantasei giorni, ma non è la prima volta che smetto, né la più lunga. Sono brava a mandare a puttane cose come rimanere sobria o fare la madre.

La compagnia giusta

Io non mi aspetto più nulla, dissi. Né l'inverno, né l'amore, né il mal di stomaco per il polpettone di soia. Quest'anno lascerò che tutte queste cose mi scivolino addosso, se non ti dispiace.

Salvare la faccia

Non c'erano promesse né obblighi tra esseri viventi, pensò, che siano umani o animali. Solo bisogni, puri e semplici, nascosti d un gioco di finzioni.

Collezioni

Il quartiere era tranquillo, sembrava che tutti sapessero qualcosa che noi non sapevamo, come se ci fosse un valido motivo per essere a letto con le luci spente dopo cena.

L'orto urbano

Non è come mi aspettavo, disse Sam.
Lo sarà, se gli dai tempo, dissi, mentendo. Se si lavora duro si può trasformare una discarica in un paradiso fertile.

Caccia notturna

Sorrideva, ma io vedevo le borse scure intorno agli occhi, le guance scavate e i capelli sempre più radi. Avevo memorizzato la sua voce, il suo corpo.

Le balene di ieri

Immagino che tutti i dilemmi cerebrali del mondo non possano niente contro i fatti fondamentali della biologia.

Il calzino da duemila dollari

Era una settimana di quelle. La settimana in cui mi ero messa il detergente per il viso nei capelli, non avevo più latte per allattare, avevo sbattuto lo stinco contro il letto, di notte. La settimana in cui mia figlia aveva capito di preferire mio marito a me, e si era messa a chiamarlo con miagolii da gattina, a gongolare al suo tocco.

Il cuore artificiale

Due settimane dopo la grande moria, i commentatori stavano ancora cercando di attribuire la responsabilità a qualcuno, ma io avevo smesso di ascoltare. Chiunque avesse un cervello sapeva che era colpa di tutto e di tutti, che era l'inevitabile e orrendo inizio di una brutta fine.

Sinossi ufficiale

I racconti di Megan Mayhew Bergman parlano di uomini e donne alle prese con le grandi scelte e i piccoli dilemmi di ogni giorno. La ricerca d'identità dei personaggi, il loro dibattersi per costruire relazioni d'amore solide e profonde si specchiano negli animali che abitano le loro vite. Protagonisti di "Paradisi minori" sono proprio gli animali - animali veri, amati o temuti, selvaggi o addomesticati. La nostalgia e il rimpianto di una donna si incarnano in un pappagallo che custodisce la voce della madre scomparsa; l'amore di una figlia per il padre raggiunge il culmine nella vana ricerca di un picchio in via d'estinzione; e l'istinto materno si esprime nella cura di un piccolo lemure invece che di una figlia ormai lontana. Dai boschi del Vermont alle paludi della Florida, Megan Mayhew Bergman posa il suo sguardo sul mondo e sulle sue creature, e racconta delle trappole di solitudine e dolore in cui cadiamo tutti, ma anche della folle ricerca d'amore che muove i fili delle nostre esistenze.

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti del sito su nuove recensioni, post e funzionalità, iscriviti!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.