Aporia

Di Renato Mite
Voto: 6,5
Prima edizione: 2017
Numero di pagine: 152
Editore: Self-Publishing
Consigliato: Si

Tags: Contemporaneo, Italiano, Giallo, Thriller, Soprannaturale
Amazon

Trama in breve

Edoardo e Kwame, due investigatori chiamati a ritrovare la stilista in erba Federica, verranno coinvolti in un caso che li costringerà a fronteggiare anche elementi del loro passato.

Incipit

Enrico Lamprini ci aprì la porta e notai subito un cambio di espressione sul suo viso. Alla speranza di rivedere sia figlia si aggiunse una leggera consolazione.

Recensione

Ho la mania di buttar su carta i miei appunti. Se posso, preferisco scrivere su carta piuttosto che prendere appunti sul cellulare o sul portatile.

Aporia è l'ultimo libro pubblicato dell'autore Renato Mite nonché il primo libro dello scrittore che leggo.

La trama è un mix tra giallo, perché c'è un caso da risolvere e, inizialmente, sembra possibile che la soluzione possa essere trovata mediante l'intuito, e un thriller, perché da un certo punto in poi le indagini prendono una piega piuttosto dinamica. A questi elementi viene aggiunto anche un pizzico di soprannaturale poiché le capacità di alcuni personaggi sono, decisamente, fuori dal comune. La storia mi è piaciuta, l'ho trovata interessante da subito e ha una buona credibilità perché tutto ciò che viene raccontato è coerente con se stesso. Ho trovato un buono spunto di riflessione anche il concetto di aporia che, non a caso, dà il nome all'opera.

Ho imparato da Kwame che un'aporia è una difficoltà insolubile di un ragionamento. «Posso sapere quando le persone mentono, ma non posso sapere se ciò che ritengono vero è vero.»

Il ritmo del romanzo cambia; inizialmente è più lento e descrittivo, successivamente cresce sempre di più fino ad arrivare a vere e proprie scene d'azione, in entrambi i momenti la lettura è godibile, nella prima parte perché ci facciamo intrigare dalla trama e, nel secondo, perché avvertiamo maggiormente lo scorrere veloce del tempo.

Io, però, ero dell'idea che le false speranze possono creare più dolore di quanto lo crei sapere che la persona scomparsa potrebbe non tornare.

All'interno del romanzo possiamo trovare molti personaggi; sono chiaramente divisibili tra positivi buoni e negativi cattivi. Ci viene spontaneo parteggiare per i primi, anche perché l'antagonista non viene interiorizzato. Nonostante le personalità dei diversi personaggi siano desumibili dai loro comportamenti, non li conosciamo in profondità. 

«Edoardo, ascolta il consiglio di una donna: non negare mai la compagnia di una donna.»

Possiamo considerare come protagonisti i due detective, uno dei quali è, anche, il punto di vista della narrazione. Di loro veniamo a scoprire, certamente, di più, ma anche in questo caso non ho avuto l'impressione di conoscerli nel profondo. 

La donna si immobilizzò e lo guardò stupita. Con Kwane c'era da aspettarselo, l'aveva calmata con qualcosa che avrebbe potuto farla agitare di più. Mi sembrava il fuoco controllato che i pompieri usano per fermare altro fuoco. Non solo la scelta delle parole, ma il suo modo di cadenzarle e accentuarle.

L'ambientazione è Milano durante la settimana della moda. La città viene più che altro descritta tramite delle peculiarità; i vestiti indossati dalle persone, l'atteggiamento di stilisti e modelle, i locali. Viene usata più da contorno che come aspetto principale, sono comunque presenti alcune descrizioni del luogo.

Arrivammo all'incrocio di via Caldera con via Tofano. Lasciata alle spalle la città con la sua congestione di palazzi, andavamo incontro alla periferia dove gli appezzamenti verdi di terreno prendevano il sopravvento con i loro casali. Era inevitabile guardare il cielo con la sua patina grigia, eppure intorno c'era luce a giorno e ti chiedevi dove fosse il sole che non si vedeva da nessuna parte.

La suspense è graduale e viene avvertita nella seconda parte che, come vi ho già detto, è più orientata verso il thriller. Si tratta dell'elemento che si avverte di più dell'atmosfera; inizialmente non siamo ancora entrati nella vicenda e, successivamente, la velocità degli avvenimenti ci porta più ad avvertirne il ritmo che a farci preoccupare per i personaggi, perciò non avvertiamo la loro agitazione o la loro felicità.

Preferisco quando il cuore martella nelle tempie per averlo spinto al massimo e non quando martella nel petto per poco sforzo e molta ansia.

Il libro mi è piaciuto, ma mi ha dato l'impressione di essere di passaggio. Questo succede perché, nonostante la trama specifica del romanzo inizi e si concluda all'interno di questo libro, molti aspetti vengono conosciuti in medias res. Scopriamo sin da subito che di accadimenti passati, nella vita dei due investigatori, ce ne sono stati tantissimi che influiscono sulla loro indagine presente. Viene, perciò, spontaneo chiedersi dell'esistenza di un eventuale libro precedente che ci possa fare entrare dentro le vicende in maniera più graduale, facendoci capire di più le personalità dei protagonisti e la loro relazione. 

Nell'edizione che ho ricevuto, vi sono diversi refusi, niente che rovini la lettura ma, per i più pignoli, è importante che lo riferisca.

Trovo che gli spunti inseriti dall'autore nel romanzo siano interessanti e che la lettura sia godibile, perciò vi consiglio questo libro!

Curiosità

"In uno dei tanti appostamenti in via Dante, mi aveva raccontato che in Etiopia non esiste il cognome, solo il patronimico, e ciò avveniva anche in Italia in passato."

Citazioni

Io, che invece ero vestito di tutto punto, non mi vergognavo di avere indosso abiti non firmati, mi vergognavo di essere vestito.

Era una situazione imbarazzante. Una di quelle che non sopporto, perché non sopporto ingarbugliarmi nella filosofia della verità, come con l'aporia che spesso Kwame mi porta a considerare.

Ho imparato da Kwame che per battere chi non gioca secondo le regole, devi giocare allo stesso modo e nel suo stesso campo, anche se questo significa mettere da parte i tuoi princìpi.

Per un attimo mi sembrò tutto surreale. Ero invisibile spettatore in un sogno che, seppur prelude all'incubo, non è reale, non tange. 

Le bugie migliori sono sempre quelle che si intrecciano alla realtà al pari delle leggende.

Sinossi ufficiale

Milano. Settimana della moda. Federica scompare dopo aver assistito ad una sfilata. Per ritrovarla, i suoi genitori ingaggiano Edoardo e Kwame, due investigatori che dimostreranno abilità particolari.
Federica è una ragazza appassionata dell'arte sartoriale, intraprendente e ambiziosa: vuole diventare una stilista, studia all'Istituto Marangoni e cerca in tutti i modi di rubare il mestiere. Suo padre è un produttore di tessuti e ha introdotto Federica nel mondo della moda. La ragazza ha contribuito alle prove della sfilata e ha fatto amicizia con le modelle. Soprattutto con Gerdie Lang, un tipo bizzarro che si sta costruendo la fama di modella ribelle.
Gli investigatori scoprono che Federica ha proseguito la serata in compagnia di Gerdie, ma il mondo della moda non è popolato solo da modelle e fotografi. Trovare Federica non basta più, Edoardo e Kwame devono salvarla, devono riannodare il filo che lega Federica ad un inatteso destino per tirarla fuori dai guai.

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Renato Mite
02/10/17 - 14:05:20
Grazie per la recensione, mi piace come hai portato in luce tutti gli aspetti della storia. Per rispondere alla tua domanda, non c'è un libro precedente, ma spero di scriverne più di uno. Al momento sto delineando la prima avventura di Edoardo e Kwame che racconta come si sono conosciuti e hanno cominciato a fare gli investigatori. Ciao, Renato
Leggo Quando Voglio Admin
02/10/17 - 14:08:43
Grazie, sono contenta che la recensione ti sembri completa, è il mio obiettivo primario! Mi fa molto piacere sapere che ci saranno dei prequel! Buona scrittura, allora! Aspetto tue notizie per quando pubblicherai le tue nuove storie|

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti del sito su nuove recensioni, post e funzionalità, iscriviti!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.