Trama in breve

Antologia dei nove migliori racconti selezionati tra i partecipanti del Premio Giallo Indipendente.

Incipit

Karma di Raffaelle La Villa

Beppe Beltramo prese le chiavi della macchina con un gesto deciso. La telefonata imprevista avrebbe diradato le nebbie insinuanti di un week-end che si annunciava vuoto e senza scopo.

Piove sempre a Porto Venere di Enrico Strappetti

Il cameriere era quasi completamente calvo, fatta eccezione per una striatura di capelli rossiccia a ferro di cavallo appena sopra la nuca, che dava l'idea di essere stata incollata.

Tre volte di Romolo Giovanni Capuano

Nei primi dieci minuti di conoscenza dell'uomo, Giovanni Senzani mentì tre volte.

Il lago non dimentica di Giuseppe Borasi e Gianluca Ongaro

Aveva appena richiuso con molta cautela la piccola finestra, tonda e lucida come l'oblò di una nave, quando lui entrò con un balzo nella stanza e le si avvicinò.

La gattara di via Milano di Laura Sergi

—Mici!, mici!... venite tutti, c'è la pappa!
In realtà, non c'è alcun bisogno dell'esortazione della vecchia gattara, perché come una nuvoletta i felini le corrono già incontro, non appena la scorgono transitare in via Milano, nella periferia savonese in cui ha sempre abitato.

L'eredità dello zio Antonio di Clara Scarsi

Antonio Loversi, meglio conosciuto da tutti come "il colonnello" per via dei suoi trascorsi militari, aveva ormai raggiunto la venerabile età di novantacinque primavere ma non ne dimostrava più di ottanta.

L'attimo fuggente di Carmelo Polese

Lo scrittore eunuchi bambino e la parola il suo giocattolo. Mi piace, giocare con le parole e, da questo punto di vista sono un bambino fortunato, perché possiedo molti giocattoli.

Ombre del passato di Silvia Gaspari

Una rimpatriata tra vecchi compagni di liceo. Questo era il programma del week end per una decina di ragazzi; Daniele era tra questi.

Nulla di improvvisato di Carla Pelli

Non è stato facile fissare questo incontro. Per ottenerlo ho dovuto mentire sulla mia identità. Mi aspetta nella hall dell'albergo.

Recensione

Il Premio Giallo Indipendente è un concorso letterario che seguo perché organizzato da WLM Edizioni, una Casa Editrice con cui il blog collabora e che io apprezzo tantissimo per la qualità delle opere pubblicate.

In questa pagina potrete trovare tutti i vincitori del Premio per quanto riguarda il 2017.

Se, invece, volete leggere la recensione di Come il mare ad occhi chiusi, libro vincitore nella categoria romanzi editi cliccate QUI.

Quella che recensirò ora è l'antologia dei nove migliori racconti selezionati dalle due giurie del Premio.

Dato che recensire delle raccolte di racconti di autori differenti è sempre complesso, ho deciso che, invece di raccontarvi come sempre le categorie da me analizzate una ad una, vi parlerò direttamente dei racconti dicendovi in cosa si sono distinti secondo me.

Karma di Raffaelle La Villa

Questo è il racconto arrivato al primo posto al concorso ed è anche il primo proposto all'interno dell'antologia. Io l'ho trovato molto completo, credibile e, nonostante non sia il mio preferito della raccolta, capisco il perché abbia vinto; tutti gli elementi necessari per comporre un buon giallo sono presenti e ben strutturati all'interno di questo racconto. 

Piove sempre a Porto Venere di Enrico Strappetti

Questo racconto colpisce per l'ambientazione, spesso i titoli sono fuorvianti e non fanno comprendere ciò che veramente è l'anima del racconto o del romanzo che si sta per leggere invece, in questo caso, l'ho trovato perfetto proprio perché sia nel titolo che nell'opera si dà grande importanza all'ambientazione.

Tre volte di Romolo Giovanni Capuano

Di questo racconto ho amato immensamente l'incipit e la sua struttura. Si capisce che è stato ben studiato e l'autore è riuscito a costruirlo davvero bene, catturando l'attenzione del lettore da subito e chiudendo perfettamente il cerchio costruito intorno alla trama.

Il lago non dimentica di Giuseppe Borasi e Gianluca Ongaro

Il lago non dimentica è stato il racconto più utile ed interessante per tutto ciò che ha fatto da sfondo alla trama. Interessanti le curiosità inserite al suo interno (tra l'altro viene citato la stanza del vescovo che ho anche recensito qui sul blog), un racconto che varrebbe la pena di essere letto anche senza il giallo vero e proprio che, comunque, è ben costruito.

La gattara di via Milano di Laura Sergi

Penso che questo sia il racconto con la trama più interessante; quadri, Seconda Guerra Mondiale, antichi segreti. Non manca davvero nulla per conquistare l'interesse del lettore. 

L'eredità dello zio Antonio di Clara Scarsi

Il mio preferito. Un po' di cattiveria che male non fa, specie in un buon giallo. Lo svolgimento è ciò che ho apprezzato di più. Ottimo il finale che si poteva prevedere, ma soddisfacentissimo da leggere.

L'attimo fuggente di Carmelo Polese

Ciò che, spesso, è difficile in un racconto è lavorare sull'introspezione dei personaggi, soprattutto quando si tratta di un giallo, dove l'alone di mistero è necessario e permea su tutto. Eppure Polese è riuscito a catturarmi con le sue descrizioni.

Ombre del passato di Silvia Gaspari

Questo è il racconto che ho considerato più classico e, per questo, mi è piaciuto da subito. Un dieci piccoli indiani di Agatha Christie in formato mignon, molto ritmato, di piacevole lettura.

Nulla di improvvisato di Carla Pelli

Una storia che tocca un tema importante.  Sicuramente l'emotività e quindi l'atmosfera, è il punto forte di questo racconto.

Come capita quasi sempre con le raccolte di più autori è decisamente difficile definire un pro o un contro per ogni elemento, dare un voto all'opera nella sua totalità e sapere a chi consigliarlo. Alcuni racconti mi sono piaciuti molto, altri meno. Ognuno di loro ha qualcosa di speciale e di appartenente solamente a lui.

Lo consiglio, perciò, a tutti voi. A seconda di quello che cercate lo potrete trovare in uno o più racconti, se amate il genere potreste essere incuriositi dalle diverse prospettive in cui viene raccontato e se siete neofiti del giallo potrete grazie a questa raccolta carpirne gli elementi fondamentali e comprendere ciò che fa più per voi.

Siete autori e volete partecipare al Premio Giallo Indipendente?

Eccovi il regolamento per la SECONDA EDIZIONE

Citazioni

Karma di Raffaelle La Villa

Il suo cervello aveva preso a lavorare. Era una macchina efficiente, implacabile. Se non fosse per quella minaccia, sempre in agguato e pronta a colpire.

Piove sempre a Porto Venere di Enrico Strappetti

Una delle cose che aveva sempre detestato era far aspettare i camerieri. Un'altra era quel vizio di molti di fare troppe domande.

Tre volte di Romolo Giovanni Capuano

A Caserta, tutti sanno che Vanvitelli è l'architetto olandese che ha costruito la Reggia. Basta però spostarsi di pochi chilometri e nessuno sa più chi sia.

Il lago non dimentica di Giuseppe Borasi e Gianluca Ongaro

Alcuni gli riservavano ancora il rispetto che gli era stato dovuto come ispettore capo per tanti anni, altri lo guardavano con stima e affetto, pochi, i più giovani a dire il vero, quelli arrivati in questura di recente, lo commiseravano come il bonario e annoiato pensionato che si inventava ancora indagini da seguire, per dimenticarsi che stava invecchiando.

La gattara di via Milano di Laura Sergi

Se lo stringe tra le braccia, commossa. Poi fa per uscire dalla stanza e si blocca, ma dov'è quell'altro quadro che stava sopra il comò emblema di una storia che risale ai tempi della seconda guerra mondiale e che la donna le ha raccontato tanto volte?

L'eredità dello zio Antonio di Clara Scarsi

Era un piano semplice, facile e temerario insieme, occorreva solo aspettare il momento buono.

L'attimo fuggente di Carmelo Polese

No, io sono come il camaleonte, che riesce a confondersi con l'ambiente che lo circonda, oggetti inanimati compresi. Se scelgo un personaggio non ho bisogno di imitarlo: divento quel personaggio.

Ombre del passato di Silvia Gaspari

Pensò che tutto ciò era proprio una calzante metafora della sua vita: le gita scolastica a primavera caratterizzata dall'inebriante e un po' incosciente voglia di vivere dei vent'anni cozzava ora con l'autunnale maturità che dona saggezza e consapevolezza ma che inevitabilmente guarda indietro con malinconia e forse con qualche rimpianto...

Nulla di improvvisato di Carla Pelli

Non è stato facile fissare questo incontro. Per ottenerlo ho dovuto mentire sulla mia identità. Mi aspetta nella hall dell'albergo.

Sinossi ufficiale

Quest'antologia raccoglie nove racconti gialli selezionati da una giuria di qualità e da una giuria popolare nell'ambito del premio Giallo indipendente, premio e concorso letterario ideato per dare visibilità a quelle autrici e quegli autori pubblicati dall'editoria indipendente. Troverete piacevoli racconti in diverse sfumature del giallo, ambientati in Italia da nord a sud, passando per Roma. Dalla città alla montagna, dal lago al mare, luoghi incantevoli resi cupi da vicende misteriose e inquietanti, ma che ritorneranno alla loro bellezza una volta risolti gli enigmi, con l'aiuto di un investigatore privato o delle forze dell'ordine, o per effetto del destino o del divino, secondo come la pensiate.

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Clara Scarsi
26/10/17 - 13:57:04
Grazie mille per la bella recensione, gratificante.
Leggo Quando Voglio Admin
26/10/17 - 14:28:44
Mi fa piacere che sia piaciuta, recensire antologie di più autori è sempre difficile perché bisogna cercare di dare il giusto spazio ad ognuno. Grazie per il complimento.

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti del sito su nuove recensioni, post e funzionalità, iscriviti!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.