BUON AUTUNNO A TUTTI!

L'autunno è arrivato. C'è chi lo ama, chi lo odia, chi "le mezze stagioni non ci sono più" e chi nemmeno si accorge del susseguirsi di una stagione dopo l'altra. 

Autunno per me è sinonimo di una pausa di riflessione, scavare dentro a se stessi, piangere ripensando a ciò e a chi non c'è più, è una stagione malinconica che aiuta ad abbandonare, o a mettere in letargo, attraverso questi mesi purificatori, i brutti pensieri e le preoccupazioni in vista dell'inverno.

I libri che leggiamo durante questa stagione possono influire o no su queste malinconiche rimembranze e, oggi, voglio consigliarvi 10 libri che assecondano le sensazioni provate durante questa stagione.

Eccovi i miei 10 libri #AutunnoQuandoVoglio

1.

Armageddon Rag

George R. R. Martin

FORMATO: Copertina rigida

N. PAGINE: 473

EDITORE: Gargoyle

Amazon

 

É un libro autunnale perché:Si basa sull'incapacità del protagonista di mettere fine e rinunciare alle sensazioni e al modo di vivere della sua gioventù. Libro che può piacere particolarmente a chi rimpiange gli anni 60.

SINOSSI:Sandy Blair, ex giornalista underground, conduce una vita monotona a New York fino a quando non subisce una svolta improvvisa. Dalla vecchia rivista Hedgehog gli chiedono un articolo su un misterioso e raccapricciante omicidio di cui è rimasto vittima Jamie Lynch, ex promoter dei Nazgùl; un gruppo rock simbolo degli anni Sessanta. La ricerca degli indizi per la stesura del pezzo diventa per Sandy l'occasione di un lungo viaggio per gli Stati Uniti, un viaggio alla riscoperta di sé e di un mondo estinto, sullo sfondo della musica dei Nazgùl, chiamati a riunirsi per un ultimo, letale concerto. Sandy deve combattere contro i fantasmi di un'intera generazione, poiché dalle misteriose e demoniache profondità di quegli ambienti underground sta risorgendo il lato più oscuro dell'Era dell'Acquario...

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di Armageddon Rag.

 

2.

Grandi speranze

Charles Dickens

FORMATO: Copertina rigida

N. PAGINE: 415

EDITORE: Newton Compton Editori

Amazon

 

É un libro autunnale perché: Charles Dickens é un autore tipicamente associato all'inverno. Questo romanzo, però, al contrario degli altri libri dell'autore nasce con Grandi Speranze e dimostra come, crescendo, si cambi mentalità. Un libro bellissimo che consiglio a tutti!

SINOSSI:Pip vive in un piccolo villaggio alla foce del Tamigi. La sua infanzia di fervida e inquieta immaginazione viene sconvolta dall'irruzione di due adulti: il criminale Magwitch e la bizzarra e ricca Miss Havisham. Esaltato a "grandi speranze" dalla ricchezza che la vecchia signora sembra destinargli, il giovane rompe i legami d'affetto con il villaggio per recarsi a Londra, inseguendo la fredda e sprezzante Estella e fatalmente attratto dalle propaggini più inquietanti della città: il kafkiano mondo legale delle Inns of Court, le carceri di Newgate e le limacciose sponde del Tamigi. Narratore e protagonista, Pip ripercorre con humour e passione il suo cammino di conoscenza e disillusione, facendo i conti con la propria cecità di fronte ai casi della vita. Da questo romanzo è stato tratto di recente il film "Great Expectations", con, tra gli altri, Helena Bonham Carter e Ralph Fiennes.

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di Grandi Speranze.

 

3.

Il gioco delle classi

Gabriele Valenza

FORMATO: Ebook

N. PAGINE: 143

EDITORE: Autopubblicato

Amazon

 

É un libro autunnale perché: É molto amaro perché ha un protagonista che non ameremo mai; un conte, arrogante e cattivo. Ideale per rimuginare su ciò che non abbiamo di materiale e su come certe persone possiedono ciò che non meritano. Adatto a coloro che questo autunno rimpiangeranno beni materiali.

SINOSSI: Cedric Chapman è il conte di Canterbury, un uomo ricco ed arrogante. Annoiato dalla monotonia di giorni tutti uguali, si diverte a maltrattare il suo maggiordomo. Un’idea lo stimola: decide di far visita ai suoi parenti, con i quali non ha più rapporti da moltissimi anni. L’obiettivo è quello di averli tutti nel suo castello per la cena di Natale. Per lui è solo un grande gioco nel quale poter esibire la sua superiorità, ma giocare con le vite degli altri è pericoloso.

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di Il gioco delle classi.

 

4.

Al paradiso delle signore

Émile Zola

FORMATO: Copertina flessibile

N. PAGINE: 257

EDITORE: Bur (Biblioteca Universale Rizzoli)

GENERE: Classico

Amazon

 

É un libro autunnale perché: Può essere considerato sia autunnale che primaverile; dipende da quale dei due schieramenti che incontreremo sarà a noi più congeniale. Questo libro mi ha intristita molto, pur sapendo bene che la vita reale mi dimostrava già il vincitore. Lo consiglio a chi ama vuole riflettere sui cambiamenti della società, specialmente dal punto di vista commerciale.

SINOSSI:Voglio fare di Al paradiso delle signore il poema dell'attività moderna. In una parola, andare con il secolo, esprimere il secolo che è un secolo di azione e conquista.Émile Zola Il paradiso delle signore è un grande magazzino della Parigi fin-desiècle che fagocita una clientela smaniosa ed entusiasta. Ammiccanti vetrine e rutilanti cartelloni pubblicitari spiccano in questo tempio del nuovo commercio in cui si celebra la scalata nel mondo degli affari di Octave Mouret, commesso intraprendente e spregiudicato, e di Denise, tenace orfana di provincia, che tra i reparti colmi di merci troveranno l'amore e il riscatto sociale. Undicesimo della saga dei Rougon-Macquart, questo romanzo si differenzia dai precedenti per l'inedito ottimismo con cui Zola guarda alla moderna società industriale, esaltandone fiducia nel progresso, attaccamento al lavoro e gusto per la sfida. L'introduzione di Colette Becker aiuta a situare il romanzo in quella Francia del secondo Ottocento di cui Zola è stato critico e testimone

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di Al paradiso delle signore.

 

5.

Il piano infinito

Isabel Allende

FORMATO: Copertina flessibile

N. PAGINE: 326

EDITORE: Feltrinelli

Amazon

 

É un libro autunnale perché: A tutti é successo di arrivare ad un punto della propria vita in cui, guardandoci indietro, abbiamo realizzato che tutto quello che avevamo progettato per la nostra vita ci é sfuggito dalle mani. Per coloro che stanno attreversando questo periodo Il piano infinito é il libro autunnale adatto.

SINOSSI:Il protagonista, Gregory Reeves, è un gringo che incarna molti dei difetti e delle virtù della nostra società degli ultimi cinquant'anni. La vicenda si svolge in un arco di tempo che va dalla bomba su Hiroshima fino ai giorni nostri, passando attraverso le contestazioni del '68 e la guerra in Vietnam. L'autrice affronta i sentimenti dell'emarginazione sociale e del razzismo, la politica, i contrasti tra opulenza e miseria, l'evoluzione del concetto di famiglia, l'incessante ricerca di amore e di equilibrio interiore.

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di Il piano infinito.

 

6.

Notre-Dame de Paris

Victor Hugo

FORMATO: Copertina flessibile

N. PAGINE: 541

EDITORE: Bur (biblioteca Universale Rizzoli)

Amazon

 

É un libro autunnale perché: Al suo interno si possono trovare descrizioni di luoghi che, a causa dello scorrere del tempo, ora sono diversi. In più il romanticismo evidenzia sempre come i puri di sentimenti non necessariamente hanno ciò che meritano.

SINOSSI:Esmeralda, una giovane zingara di grande avvenenza, è solita danzare sul sagrato della chiesa di Notre-Dame, cuore della Parigi medievale. L'arcidiacono Frollo è attratto dalla giovane donna e, pur fra sentimenti contraddittori, cerca di farla rapire dal campanaro Quasimodo, un essere deforme fino alla mostruosità. Ma il capitano Phoebus de Châteaupers la trae in salvo e conquista il suo amore. Una vicenda melodrammatica, tetra, grottesca, che ha commosso lettori di tutti i tempi e spesso ispirato il mondo del cinema.

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di Notre-Dame de Paris.

 

7.

La macchia umana

Philip Roth

FORMATO: Copertina flessibile

N. PAGINE: 395

EDITORE: Einaudi

Amazon

 

É un libro autunnale perché: Ci fa riflettere sulle decisioni passate che ormai non possiamo più cambiare.

SINOSSI:Il professor Coleman Silk da cinquant'anni nasconde un segreto, e lo fa così bene che nessuno se n'è mai accorto, nemmeno sua moglie o i suoi figli. Un giorno però basta una frase (anzi una sola parola detta per sbaglio, senza riflettere) e su di lui si scatenano le streghe del perbenismo, gli spiriti maligni della "political correctness". Allora tutto il suo mondo, la sua brillante vita accademica, la sua bella famiglia, di colpo crollano; e ogni cosa che Coleman fa suscita condanna, ogni suo gesto e ogni sua scelta scandalizzano i falsi moralisti. Non c'è scampo perché "noi lasciamo una macchia, lasciamo la nostra impronta. Impurità, crudeltà, abuso, errore, escremento, seme: non c'è altro mezzo per essere qui".

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di La macchia umana.

 

8.

La famiglia Moskat

Isaac Bashevis Singer

FORMATO: Copertina rigida

N. PAGINE: 664

EDITORE: Longanesi

Amazon

 

É un libro autunnale perché: Le saghe familiari possono dare una sensazione di miglioramento o peggioramento; questo cambia a seconda della storia e del lettore. Spesso e volentieri io rimpiango sempre il passato in questo tipo di libri e, anche qui, la sensazione di tristezza per ciò che si é perduto pervade tuta la lettura.

SINOSSI:La famiglia del vecchio patriarca Meshulam Moskat attraversa gli anni che dall'inizio del Novecento scendono fino alla seconda guerra mondiale e alla "soluzione finale" messa in atto dal regime nazista. Ma il vero protagonista di questo possente romanzo è l'Ostjudentum, la società ebraico-orientale - in particolare quella di Varsavia - con la sua complessa e densa cultura. Nel racconto di Singer la ricchezza immensa di quella civiltà rivive, con minuzia realistica e visionaria, col respiro delle vicende private e il soffio della storia. Magistrale affresco di un periodo cruciale della storia europea, "La famiglia Moskat" è una delle più alte testimonianze di quel mondo che scomparve tra gli orrori dell'Olocausto..

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di La famiglia Moskat.

 

9.

1Q84 libro 1 e 2

Haruki Murakami

FORMATO: Copertina flessibile

N. PAGINE: 722

EDITORE: Einaudi

Amazon

 

É un libro autunnale perché: Mostra come l'attesa di ciò che forse non accadrà mai, influenzi la vita di tutti noi molto più gravemente di quanto riusciamo a capire.

SINOSSI:1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L'autista le suggerisce, come unica soluzione per non mancare all'appuntamento che l'aspetta, di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza, nascosta e poco frequentata. Ma, sibillino, aggiunge di fare attenzione: "Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola". Negli stessi giorni Tengo, un giovane aspirante scrittore dotato di buona tecnica ma povero d'ispirazione, riceve uno strano incarico: un editor senza scrupoli gli chiede di riscrivere il romanzo di un'enigmatica diciassettenne così da candidarlo a un premio letterario. Ma "La crisalide d'aria" è un romanzo fantastico tanto ricco di immaginazione quanto sottilmente inquietante: la descrizione della realtà parallela alla nostra e di piccole creature che si nascondono nel corpo umano come parassiti turbano profondamente Tengo. L'incontro con l'autrice non farà che aumentare la sua vertigine: chi è veramente Fukada Eriko? Intanto Aomame (che pure non è certo una ragazza qualsiasi: nella borsetta ha un affilatissimo rompighiaccio con cui deve uccidere un uomo) osserva perplessa il mondo che la circonda: sembra quello di sempre, eppure piccoli, sinistri particolari divergono da quello a cui era abituata. Finché un giorno non vede comparire in cielo una seconda luna e sospetta di essere l'unica persona in grado di attraversare la sottile barriera che divide il 1984 dal 1Q84. Ma capisce anche un'altra cosa: che quella barriera sta per infrangersi.

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di 1Q84 Libro 1.

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di 1Q84 Libro 2.

 

10.

Io sono leggenda

Richard Matheson

FORMATO: Copertina flessibile

N. PAGINE: 217

EDITORE: Fanucci

Amazon

 

É un libro autunnale perché: Parla della fine del mondo conosciuto e, dopo la lettura, le nostre speranze in un mondo migliore non sono molte.

SINOSSI:È il 1976. Robert Neville torna a casa dopo una giornata di duro lavoro. Cucina, pulisce, ascolta un disco, si siede in poltrona e legge un libro. Eppure la sua non è una vita normale. Soprattutto dopo il tramonto. Perché Neville è l'ultimo uomo sulla Terra. L'ultimo umano sopravvissuto, in un mondo completamente popolato da vampiri. Nella solitudine che lo circonda, Robert esegue la sua missione, studia il fenomeno e le superstizioni che lo circondano, cerca nuove strade per lo sterminio delle creature delle tenebre. Durante la notte Neville se ne sta rintanato nella sua roccaforte, assediato dai morti viventi avidi del suo sangue. Ma con il sorgere del sole è lui a dominare un gioco crudele e di meccanica ferocia, scandito dalle luci e dalle ombre di un tempo sempre uguale a se stesso e che impone la ripetizione di un rituale sanguinario. In questo mondo Neville, con la sua unicità, si è già trasformato in leggenda.

Se il libro vi ispira leggete la mia recensione di Io sono leggenda.

 

Quali sono i vostri libri #AutunnoQuandoVoglio? Scrivetemelo nei commenti o utilizzando l'hashtag su Twitter!

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.